La notte dei ricercatori e delle ricercatrici 2021
24 Settembre

Ambiente e Sostenibilità

Plastiche e microplastiche: impatto sull’ambiente, sulla salute e sulla filiera ittica

Plastics and microplastics: impact on the environment, health and the seafood supply chain

Il convegno si svolgerà in presenza venerdì 24 settembre 2021, dalle 9:30 alle 12, presso la sede del corso di laurea in Scienze Ambientali, in Paolo VI, e sarà trasmesso anche da remoto in diretta su Teams.
I rifiuti di plastica possono essere considerati ubiquitari, ma più abbondanti in mari e oceani sia perché più rappresentati da un punto di vista areale sia perché rappresentano il recapito finale delle plastiche disperse in ambito continentale. Da un punto di vista dimensionale, l’EFSA definisce come microplastiche le particelle di dimensioni comprese tra 0,1 e 5000 µm e nanoplastiche i frammenti che vanno da 0,001 a 0,1 µm. Secondo il rapporto delle Nazioni Unite del 2016 solo il 9% dei 9 miliardi di tonnellate di plastica è stato riciclato; il resto è finito in discarica o direttamente o indirettamente negli oceani. Lo stesso rapporto valuta che 8 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica vengano riversati ogni anno negli oceani. Le plastiche impattano in modo importante la catena alimentare attraverso l’ingestione di particelle di differenti dimensioni da parte di tutte le specie ittiche (pesci, crostacei e molluschi). Il Convegno affronterà la dispersione delle plastiche nell’ambiente, gli effetti sulla biodiversità, la contaminazione della filiera ittica e i rischi per la salute umana. L’evento si prefigge altresì l’obiettivo di presentare studi e proposte utili a sviluppare soluzioni innovative sia per la rimozione che per la riduzione della plastica presente negli ambienti marini.

 

Clicca qui per scaricare la locandina dell’evento


Plastic waste can be considered ubiquitous, but more abundant in seas and oceans both because marine basins are more represented from an areal point of view and represent the final delivery of plastics dispersed across the continent. From a dimensional point of view, EFSA defines as microplastics the particles of size between 0.1 and 5,000 µm while the nanoplastics ranging from 0.001 to 0.1 µm in diameter. According to the 2016 United Nations report, only 9% of the 9 billion tons of plastic is recycled; the rest ends up in landfills or directly or indirectly in the oceans. The same report estimates that 8 million tons of plastic waste are dumped into the oceans every year. Plastics significantly impact the seafood supply chain through the ingestion of particles of different sizes by fish, crustaceans and molluscs. The conference will be focused on the dispersion of plastics in the environment, their effects on biodiversity, the contamination of the seafood supply chain and the risks to human health. The event also aims to present studies and proposals useful for developing innovative solutions for both the removal and reduction of plastic present in marine environments.