La notte dei ricercatori e delle ricercatrici 2021
24 Settembre

mancano g h m

Istruzione

L’uomo che cambiò il mondo per sempre – 190 anni dalla nascita di James Clerk Maxwell

The man who changed the world forever - 190 years since the birth of James Clerk Maxwell

In occasione del 190° anniversario dalla nascita, l’evento è un omaggio alla mente geniale di James Clerk Maxwell (1831-1879), fisico matematico scozzese unanimemente riconosciuto come uno dei giganti della scienza di tutti i tempi, al pari di Galileo, Isaac Newton ed Albert Einstein.
La vastità e la profondità dei suoi contributi scientifici, che conservano ancor oggi piena validità, hanno rivoluzionato la nostra comprensione del mondo, aprendo un ventaglio di potenzialità conoscitive prima inimmaginabili. Dandone una spiegazione unitaria, Maxwell giunse per primo a formulare, tra il 1860 e il 1870, le equazioni che, descrivendo la propagazione del campo elettromagnetico, permisero il definitivo collegamento dei fenomeni elettrici, magnetici ed ottici e la messa a punto teorica e metodologica della fisica dei campi e delle particelle.
A lui inoltre dobbiamo la teoria cinetica dei gas, i fondamenti della topologia, l’impostazione dell’algebra dimensionale, la valutazione della struttura degli anelli di Saturno ed anche la prima fotografia a colori.
Personalità polivalente, di ampi interessi filosofici e profonda fede cristiana, Maxwell fu un grande pensatore: era convinto che il suo approccio scientifico non dovesse spezzare l’unitarietà della natura e che dovessero combinarsi l’ambito matematico e quello fisico per la comprensione della natura.
La sua breve vita si concluse a 48 anni, nello stesso anno della nascita di Albert Einstein, il quale avrebbe detto che “il suo lavoro ha cambiato il mondo per sempre”.


On the 190th anniversary of his birth, the event is a tribute to the brilliant mind of James Clerk Maxwell (1831-1879), Scottish mathematical physicist widely recognized as one of the scientific giants of all time, like Galileo, Isaac Newton, and Albert Einstein.
The magnitude and depth of his scientific contributions, which still retain full validity today, have revolutionized our understanding of the world, opening a range of previously unimaginable cognitive potentials. Giving a unitary explanation, Maxwell was the first to formulate, between 1860 and 1870, the equations which, describing the propagation of the electromagnetic field, allowed the definitive connection of electrical, magnetic, and optical phenomena and the theoretical and methodological development of field theory and particle physics.
We also owe to him the kinetic theory of gases, the fundamentals of topology, the setting of dimensional algebra, the evaluation of the structure of Saturn’s rings and the first color photograph. A polyvalent personality, with broad philosophical interests and a deep Christian faith, Maxwell was a great thinker: he was convinced that his scientific approach should not break the unity of nature and that the mathematical and physical fields should be combined to understand the nature.
His short life ended at 48, in the same year as Albert Einstein’s birth, who said “The work of James Clerk Maxwell changed the world forever”.